Profilo dell’emittente

Best Corporate Governance in ItalyPirelli & C. è la società per azioni, quotata alla Borsa Italiana, a capo del gruppo multinazionale specializzato nel settore degli pneumatici, leader nei segmenti alto di gamma e a elevato contenuto tecnologico.

Fondata nel 1872, Pirelli oggi conta fabbriche in quattro continenti e opera in oltre 160 paesi in tutto il mondo.
Pirelli si distingue per una lunga tradizione industriale da sempre coniugata con capacità di innovazione, qualità del prodotto e forza del brand. Una forza supportata dal 2002 anche dal progetto moda e high tech di PZero e oggi ulteriormente valorizzata attraverso la Formula 1, di cui Pirelli è fornitore esclusivo per il triennio 2011-2013.

In linea con la propria strategia ”green performance”, Pirelli, da sempre focalizzata su ricerca e sviluppo, opera con una costante e crescente attenzione a prodotti e servizi a elevata qualità e tecnologia e basso impatto ambientale.

La consapevolezza che un efficiente sistema di corporate governance rappresenta uno degli elementi essenziali per il conseguimento degli obiettivi della creazione di valore sostenibile, spinge Pirelli a mantenere il proprio sistema di governo societario costantemente in linea con le best practices nazionali e internazionali.

La Società adotta il sistema di amministrazione e controllo tradizionale.
Il sistema di Corporate Governance di Pirelli si fonda su: (i) centralità del Consiglio d'amministrazione, a cui compete la guida strategica e la supervisione della complessiva attività di impresa, con un potere di indirizzo sull’amministrazione nel suo complesso e un potere di intervento diretto in una serie di significative decisioni necessarie o utili al perseguimento dell’oggetto sociale; (ii) ruolo centrale degli Amministratori indipendenti che rappresentano la maggioranza dei componenti del Consiglio di Amministrazione; (iii) consolidata prassi di disclosure delle scelte e dei processi di formazione delle decisioni aziendali ed efficace sistema di controllo interno; (iv) innovativo sistema di gestione dei rischi in modo proattivo; (v) sistema di remunerazione, in generale, e di incentivazione, in particolare, dei manager legato a obiettivi economici di medio e lungo terminein maniera tale da allineare gli interessi del management con quelli degli azionisti, perseguendo l’obiettivo prioritario della creazione di valore sostenibile nel medio-lungo periodo, attraverso la creazione di un forte legame tra retribuzione, da un lato, performance individuali e di Pirelli, dall’altro; (vi) una disciplina rigorosa dei potenziali conflitti di interesse e saldi principi di comportamento per l'effettuazione di operazioni con parti correlate.

Il sistema di governanceè formalizzato nel Codice Etico, nello Statuto Sociale, nel Regolamento delle assemblee e in una serie di principi e procedure, periodicamente aggiornati in ragione delle best practices.

Si segnala che Pirelli nella relazione finanziaria semestrale dà evidenza degli aggiornamenti e delle integrazioni apportate al proprio sistema di governo societario rispetto a quanto contenuto nella relazione annuale.

Pirelli è stata dichiarata per il secondo anno consecutivo "Best Corporate Governance in Italy" nell’ambito del Word Finance Corporate Governance Award 2012. Inoltre, Governance Metrics International (GMI), a dicembre 2011, ha confermato il giudizio di 10/10 sulla corporate governancePirellli nell'home market (l’ultimo ”Country Ranking” di settembre 2010 assegnava all’Italia un rating medio di 5,25/10) ) e attribuito un giudizio di 8/10 rispetto al Global Market, massima votazione registrata dalle società italiane. In proposito, si osserva che, a dicembre 2011, tra le quaranta società valutate in Italia: (i) solo due società (tra le quali come detto Pirelli) hanno ottenuto una votazione pari a 10/10 rispetto all’home market e (iii) solo tre società (tra le quali appunto Pirelli) hanno ottenuto una votazione pari 8/10 rispetto al global market.